PostaFuturo Multiutile: che cosa offre realmente?!

0 1.053

Postefuturo Multiutile: La Posta che fa la (cattiva) Banca!

Negli ultimi anni Poste Italiane ha ampliato a dismisura l’offerta sui prodotti finanziari. Basta andare sul sito di Poste per notare che “innovativi” strumenti finanziari hanno preso il sopravvento su prodotti da sempre a “marchio” Poste Italiane, come gli intramontabili Buoni postali.
Pare che Poste si sia adeguata alle Banche non solo nell’offerta di prodotti finanziari, ma anche nel “comportamento” spesso non sempre apprezzabile. Sarà l’effetto della privatizzazione?!
Lascio a te la risposta!
Risposta a parte, questa riflessione ci impone di “vivisezionare” qualsiasi  “moderno” prodotto postale prima di ogni decisione di investimento. Oggi Poste Italiane – e questa è una opinione del tutto personale – non merita più la fiducia di una volta.
Oggi analizzo per te Postefuturo Mutliutile.

PostaFuturo Mutlitutile: il trabocchetto di Poste Italiane!

Poste Italiane colloca questo prodotto nella categoria “risparmio e investimento”.tra

Si tratta effettivamente di un investimento?!

Dalla pagina web dedicata Poste non  “etichetta” questo prodotto. Si limita a dire che si tratta di uno strumento che fa “lievitare” o che comunque protegge (da cosa??!) i tuoi risparmi.
Per conoscere la vera natura di questo prodotto è necessario scavare più a fondo leggendo il “foglio informativo”.

Quante volte hai letto quel noioso, incomprensibile e lunghissimo foglio informativo prima di sottoscrivere un investimento?!

Probabilmente mai!

Perché avrei dovuto farlo! La direttrice di Poste è una persona molto competente. Riesce a farmi capire tutto con semplicità ciò che da solo non avrei mai compreso. Mi fido di lei.

Fidarsi e bene, non fidarsi è meglio, cita un antico detto. Non voglio mettere in dubbio l’etica e la professionalità della direttrice della tua sede postale, ma ricordati sempre che lei deve fare il suo lavoro!
Un rivenditore di auto, ti metterà in luce i pregi dell’auto che stai corteggiando non di certo i suoi eventuali “difetti”.
Ci siamo capiti, vero?!
Dal foglio informativo è chiaro che si tratta di un contratto di assicurazione sulla vita di tipo misto che consente di:

  • versare il capitale in un’unica soluzione (a premio unico)
  • versare il capitale il capitale periodicamente (a premio ricorrente)

Il capitale accantonato in uno dei due modi sopra descritti è soggetto ad un rivalutazione annua in base al risultato realizzato dalla Gestione Separata Posta ValorePiù.

Inoltre, il contratto garantisce:

  • una copertura assicurativa ai Beneficiari in caso di decesso dell’Assicurato per qualsiasi motivo;
  • coperture assicurative aggiuntive , all’Assicurato o ai Beneficiari, in caso di decesso o invalidità totale e permanente a seguito di infortunio dell’Assicurato.

Come vedi non è un semplice prodotto d’investimento. Affianca alla gestione del risparmio un servizio di “assicurazione”.
Immagino che in questo momento stai pensando che “prendere due piccioni con una fava” non di infastidisce per nulla.

Prima di “contestarmi” ti invito a proseguire nella lettura.

PosteFuturo Mutliutile e multicosto!

costi“Nessuno fa nulla per nulla”. Quantomeno quando in ballo vi sono soldi! Godere di più servizi significa sostenere maggior costi!Sappilo!

Hai idea di quanto ti costa questo “doppio servizio” offerto dal prodotto Postafuturo Multiutile?

Ho fatto un elenco dei principali costi in modo che tu possa tenerli ben presente:

  • spese di emissione contratto 26 euro (da sostenere una sola volta)
  • spese di acquisto contratto pari al 3,25% del premio versato ( per importi superiori diminusice progressivamente)
  • commissione spettante all’intermediario 3,15% sull’importo inziale (per importi superiori a 50.000 scende progressivamente
  • L’1,20 % di quota trattenuta dal rendimento della gestione separata di Poste Vita. Ad esempio se la gestione separata realizza un rendimento annuo del 3% la quota a te spettante è del 1,80%.

I costi che ti ho elencato si riferiscono all’ipotesi di un unico versamento iniziale. Le percentuali cambiano leggermente per il contratto a premio ricorrente. Per cui tutte le mie osservazioni sono valide anche per quest’altra ipotesi.

Sei ancora convito che Postefuturo Mutliutile faccia al caso tuo?

Se il tuo obiettivo principale è utilizzarlo come forma d’investimento allora direi proprio di no!
Diverso potrebbe essere il discorso se invece vuoi beneficiare della “copertura assicurativa”. In alcuni casi come morte in caso di incidente dell’assicurato, è specificato che potresti avere fino al doppio di quanto versato.

Ma se il tuo fine è la polizza vita, perché non sottoscrivere direttamente quella? Magari ti costa meno!

Prima di lasciarti ti devo chiederti un piacere. Fino ad ora ho fatto sempre io calcoli per te. Adesso ti chiedo la cortesia di quantificare quanto le informazioni presenti in questo articolo ti hanno permesso di risparmiare!

Fai un calcolo anche approssimativo: togli dalla quota che intendevi investire in questo prodotto solo la commissione iniziale pari al 3,25% e quantifica il valore della mia “consulenza”.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.