Posta Presente Cedola: conviene?

10 250

Postapresente Cedola un prodotto che affascina, ma…

Diversi nostri “seguaci” ci hanno segnalato il prodotto Postapresente Cedola  offerto da Poste Italiane.  Per caratteristiche e costi è ritenuto da molti investitori particolarmente interessante. 

Ma le cose stanno in questi termini?

Per conoscere la risposta non devi fare altro che proseguire in questo articolo!

Postepresente Cedola: caratteristiche, vantaggi e garanzie

Le principali caratteristiche di Poste Presente Cedola possono essere così sintetizzate:

  • riceverai annualmente la rivalutazione del capitale investito. In questo modo hai la possibilità di integrare annualmente il reddito da stipendio o da pensione. L’accredito della rivalutazione avviene annualmente sul Conto BancoPosta o sul Libretto di risparmio postale
  • L’investimento minimo è di 5.000 euro.
  • Versamenti aggiuntivi durante il periodo di contratto, di importo non inferiore a euro 500

I Vantaggi:

  • già dopo il primo anno puoi richiedere la restituzione del capitale investito senza pagare alcuna penale.
  • Puoi variare i beneficiari in qualsiasi momento
  • Sempre dopo il primo anno è previsto anche il riscatto parziale (minimo 2.500,00 euro) e purché il capitale residuo non sia inferiore a 2.500,00 euro.

Le garanzie:

  • I tuoi risparmi vengono investiti nella Gestione Separata Posta ValorePiù che investe prevalentemente in Titoli di Stato e Obbligazioni.
  • Ti sarà corrisposto un Rendimento minimo garantito dell’1%
  • Hai la certezza che la prestazione che otterrai non potrà mai scendere al disotto dei premi versati (netto dei costi e di eventuali riscatti)
  • gli interessi maturati ti saranno corrisposti fin dal primo anno e per tutti gli anni successivi.

Se pensi che ciò che hai appena letto sia sufficiente per considerare questo prodotto una valida alternativa d’investimento ti consiglio di continuare a leggere questo articolo.

Vi sono altre cose da considerare che Poste Italiane è ben attenta a non farti conoscere!

Ciò che sto per dirti potrebbe cambiare la tua opinione!

Postepresente Cedola. Poste Italiane non vuole che tu sappia questo!

Postapresente Cedola è un contratto di assicurazione sulla vita. Aspetto che non trapela facilmentesegreto dall’informativa pubblicitaria.

Sai perché?

Gli investimenti di tipo assicurativo nascondono sempre dei costi! Ed alti costi significa minori rendimenti netti!

Posta Presente Cedola presenta i seguenti costi:

  • spese emissione contratto di 10 euro
  • commissioni d’ingresso per premio unico iniziale dal 3% all’1,50%
  • commissioni d’ingresso per somme aggiuntive dal 3% allo 0,50%
  • 1,00 punto percentuale assoluto trattenuto sul rendimento del prodotto.

Ciò significa che se sottoscrivi questo prodotto con 5.000 euro solo 4.850 saranno effettivamente investiti.

Sarebbe quindi necessario più di un anno e un rendimento lordo del fondo del 4% per recuperare l’investimento iniziale.

Sei ancora convinto di voler sottoscrivere questo prodotto?

E’ vero i vantaggi sono tanti. Ma come vedi il prodotto presenta anche dei consistenti svantaggi che trovi solo sul foglio informativo.

Potrebbe piacerti anche
10 Commenti
  1. alkatraz dice

    dunque posta no, banca no…. materasso oppure bisogna dar retta agli esperti da web?

    1. Vincenzo Migliaccio dice

      la posta ha anche prodotti validi come alcuni buoni fruttiferi di cui abbiamo anche parlato in questo sito. Le Banche a mio avviso presentano costi troppo elevati.
      la soluzione?
      imparare a gestire da soli i propri risparmi o affidarsi a persone che nonhanno come unico obiettivo arricchire se stesse!
      a presto
      Vincenzo

  2. Mauri dice

    mi e’ stato proposto “posta presente cedola”senza costi di ingresso,ma senza “1 per cento” annuo…che ne pensi ?un consiglio …grazie

    1. Vincenzo Migliaccio dice

      Per prima cosa se fossi in te vorrei vedere le condizioni di cui ti parlano nero su bianco. A parole possono prometterti tutto. Quello che conta sono i fatti.
      Per il momento da foglio informativo” ho ricavato che i costi d’ingresso sono del 3%!
      E’ vero, senza costi d’ingresso la situazione diventa più favorevole ma anche vero che non ti garantiscono più l’1%! A questo punto ti fai da solo un conto deposito e risolvi!
      Diverso sarebbe se non paghi il 3% d’ingresso e allo stesso tempo ti garantiscono l’1%. Forse in questo caso, stato ben attento a valutare l’esistenza di altri costi, ci farei un pensierino..
      a presto
      Vincenzo

  3. Mauri dice

    Grazie… *_*

  4. ortensia dice

    buongiorno Vincenzo,
    …quindi avendo qualche risparmio da investire alla posta cosa ci consigli ? indicizzati all’inflazione o ordinari? 18 mesi ?
    grazie ortensia

    1. Vincenzo Migliaccio dice

      cara ortensia,
      dovendo scegliere tra i tre punterei sugli indicizzati soprattutto se si ipotizza un investimento a medio termine quando presumibilmente l’inflazione dovrebbe aumentare.
      Chiaramente se la cifra è significativa si può pensare di dividerla. In caso contrario rimarrei per ora sull’indicizzato.
      a presto,
      Vincenzo

  5. pasquale dice

    Carissimo Dott. Migliaccio… questa prodotto finanziario che tipo di titoli di stato compra?

  6. Diego dice

    Gentile Dott. Migliaccio,
    lei ha esposto delle condizioni che possono essere trovate nel foglio informativo. Ma non è chiaro dove Posta Valore Più, che nel 2015 hareso il 3,61%, investa i propri soldi. Io sono convinto che ci sia dentro una componente speculativa (leve finanziarie, acquisto/vendita azioni) così come, per esempio su Sicuramente Protetto On line di Genertellife. Lei che ne pensa?
    Saluti

    1. Vincenzo Migliaccio dice

      Caro Diego,
      Non si faccia convincere dall’idea che i gestori di questi fondi siano dei mostri della finanza e riescano a trarre profitti li dove gli altri annaspano!
      Tenga inoltre presente che queste polizze almeno quelle nelle forme più semplici, garantiscono la restituzione del capitale a scadenza (al netto dei costi) per cui non possono assolutamente investire il patrimonio dei clienti in prodotti rischiosi!
      Al contrario di ciò che pensa investono in prodotti molto sicuri come titoli di stato ed obbligazioni societarie. Semplicemente investono in obbligazioni a lunga scadenza in modo da tentare di ottenere rendimenti più alti rispetto a quelli di periodo. Ma alla lunga se i tassi non crescono, anche per le assicurazioni risulterà di difficile garantire un tasso minimo. Soprattutto quando i titoli giungono a scadenza o sono stati negli anni venduti per coprire con i guadagni ottenuti i rendimenti garantiti alla clientela!
      Basta leggere contratti assicurativi recenti per rendersi conto che tranne qualche caso isolato ormai nessuno garantisce un rendimento minimo!
      a presto,
      Vincenzo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.