Come Fare Trading con i BTP

0 967

I BTP, oltre che per un investimento di lungo periodo, possono essere utilizzati anche per fare trading a breve termine. Ecco i segreti per ottenere il massimo dalla volatilità di un titolo di Stato.

Perché Fare Trading con i BTP?

I BTP sono titoli di stato a tasso fisso e durata differenziata nel tempo: sul mercato puoi trovare titoli con durata breve o molto lunga (anche fino a 30 anni ed oltre).
Il fatto che la cedola non cambi al variare delle condizioni di mercato dei tassi, fa sì che i BTP subiscano oscillazioni in conto capitale al variare del livello corrente dei tassi di interesse. Questa loro caratteristica li rende appetibili agli occhi di chi vuole sfruttare le oscillazioni di prezzo dei titoli.

Poiché i BTP maturano un interesse giorno dopo giorno, il loro trading è doppiamente profittevole: ai guadagni in conto capitale si aggiunge il rateo di cedola maturato per tutto il tempo il cui il trade è rimasto aperto.

Quali BTP Usare per il Trading?

Non tutti i BTP sono adatti per il trading, dato che ogni titolo ha una volatilità diversa.

La variabilità del prezzo di un BTP è direttamente proporzionale alla sua vita residua. Il trader farà quindi bene a scegliere BTP con la scadenza più lunga possibile e usare solo quelli.

La ragione per cui i BTP lunghi sono volatili e dunque più adatti al trading è facilmente intuibile. Con l’acquisto di un titolo a tasso fisso il risparmiatore congela la remunerazione del proprio denaro per tutta la durata del titolo.

Se in un momento successivo i tassi di interesse cresceranno, il possessore di un BTP emesso con cedole più basse vorrà disfarsene per avere quelli più recenti con un tasso più alto. Al tempo stesso i nuovi risparmiatori saranno disposti a comprare un BTP già in circolazione con cedola bassa solo se questo rende tanto quanto uno nuovo.

Poiché la cedola è fissa, l’unico modo per fare sì che un titolo vecchio frutti quanto uno nuovo è che scenda il prezzo. Alla cedola costante si aggiungerà un guadagno in conto capitale che riequilibrerà la situazione.

Poiché il tasso fisso è una “gabbia” in presenza di tassi che crescono, i titoli più lunghi saranno più penalizzati. Quando, invece, i tassi scendono, accade l’esatto contrario e i BTP con cedola alta si apprezzano fino a rendere quanto i più avari titoli di nuova emissione.

La finanza ti appassiona? CLICCA QUI

Trading sui BTP o sui Tassi?

Tradare un BTP ti permette di sfruttare i naturali movimenti dei tassi di interesse nel corso del tempo.

Se ti aspetti che i tassi salgano, dovrai andare short di BTP, ad esempio vendendo i titoli allo scoperto o usando altri strumenti che ti permettano di guadagnare quando un titolo scende.

Se credi che i tassi scendano dovrai comprare i BTP, ossia andare long sugli stessi.

Nel primo caso chiuderai l’operazione quando pensi che il rialzo dei tassi sia terminato; nel secondo caso chiuderai il trade quando credi che il ribasso sia finito.

Come Potenziare i Guadagni

La leva finanziaria è un meccanismo che ti permette di amplificare i guadagni e le perdite derivanti da un trade di “enne volte”.

La finanza ti appassiona? CLICCA QUI

Usando strumenti a leva potrai, ad esempio raddoppiare o addirittura quintuplicare i guadagni se hai fatto l’operazione giusta. Ma ATTENTO!! La leva funziona anche al contrario, amplificando le perdite.

Con una leva pari a 5 basterà un movimento nel sottostante del 20% affinché bruci tutto il tuo capitale.

Il consiglio che mi sento di darti è semplice: inizia prima a fare trading con BTP per importi piccoli e senza usare nessuna leva. Solo quando ti sentirai sicuro e pronto ad una operatività più professionale potrai usare strumenti a leva o tecniche di acquisto che amplifichino le performance (ad esempio la marginazione).

Laura Desole

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.