BTP: Cosa Sono e Come Funzionano?

0 189

I BTP, i Buoni del Tesoro Poliennali, sono titoli pubblici emessi dallo Stato italiano con scadenza medio – lunga e tasso fisso. Essi sono adatti per quegli investitori che cercano la “cedola”, ma nascondono alcune insidie che è bene conoscere.

Cosa Sono i BTP

I BTP sono titoli del debito pubblico che rappresentano una passività per lo Stato che lo emette ed un investimento fruttifero per chi li compra.

La durata di un BTP varia da tre anni fino a oltre 40. Sul mercato è tuttavia possibile trovare titoli già emessi che, per effetto del passaggio del tempo, presentano scadenze diverse.

Il tasso di interesse pagato dai BTP è suddiviso in due “cedole” semestrali di pari importo ed è la principale determinante del rendimento del titolo. Alle cedole si aggiunge il guadagno in conto capitale se il titolo è comprato ad un prezzo inferiore al suo valore nominale, o la perdita in conto capitale se il prezzo supera 100.

Il video che segue ti mostrerà come calcolare correttamente il tasso di rendimento di un BTP o di una qualunque obbligazione:

Chi Compra i BTP?

I risparmiatori che comprano BTP si dividono essenzialmente in due categorie: gli speculatori ed i cassettisti.

Chi fa trading con i BTP sceglie i titoli con scadenza lunga, per sfruttarne la volatilità. Li compra quando crede che il loro prezzo salirà, ad esempio perché i tassi di interesse stanno scendendo. E li vende quando pensa che il loro prezzo è destinato a scendere (ad esempio perché i tassi di interesse stanno risalendo). Difficilmente un trader in BTP porterà i titoli a scadenza, perché il suo interesse è rivolto alle oscillazioni giornaliere dello strumento.

I cassettisti, al contrario, comprano BTP con l’obiettivo di ottenere un rendimento periodico e costante. La loro attenzione cade su titoli con durata più breve e l’intenzione è quella di conservare i titoli fino alla loro naturale scadenza, per poi sostituirli con altri. Il cassettista compra un BTP e lo conserva nel “cassetto”, a meno che nel frattempo non ci siano titoli migliori con cui sostituire quelli in suo possesso.

Vuoi saperne di più sugli investimenti? Scopri i nostri Webinar Live

Dove si Comprano i BTP

I BTP sono quotati sui due principali mercati finanziari italiani:

  • MOT
  • TLX

Poiché tutte le banche e gli altri intermediari autorizzati (le così dette piattaforme di trading) hanno accesso ad entrambi i circuiti, è possibile acquistare BTP semplicemente rivolgendosi alla propria banca o intermediario di fiducia.

E’ anche possibile e conveniente operare on line, comprando da soli i BTP che interessano attraverso il canale Web della propria banca. Operare on line è più conveniente dell’acquisto allo sportello grazie ai costi più bassi applicati.

Il taglio minimo di un BTP è pari a 1.000 €. Questo li rende investimenti adatti per tutte le tasche, sia per i grandi investitori sia per il piccolo risparmiatore.

Perché i BTP Salgono e Scendono?

La ragione principale per la quale le quotazioni dei BTP oscillano sono essenzialmente legate a cosa succede ai tassi di interesse. Quando i tassi di mercato (non quelli governati dalle Banche Centrali) crescono, i BTP perdono valore. Quando i tassi di mercato scendono i BTP crescono di valore.

La ragione è piuttosto intuitiva: un rialzo dei tassi rende i titoli vecchi meno appetibili di quelli nuovi, che riportano cedole più alte. Ecco perché un rialzo dello spread, che fa salire il rendimento richiesto dal mercato per comprare BTP penalizza le quotazioni dei titoli. Al contrario un ribasso dei tassi rende i titoli emessi, con cedole alte, appetibili per i risparmiatori.

Quando Comprare e Quando Vendere un BTP

La risposta a queste domande cambia moltissimo a seconda dell’obiettivo che l’operatore ha. Il trader comprerà BTP quando si aspetta che i tassi di interesse scendano e lo rivenderà quando pensa che i rendimenti richiesti dal mercato (o lo spread) salgano. Il risparmiatore comprerà un BTP quando ha soldi da investire e lo terrà fino a scadenza, a meno di trovare qualche titolo più redditizio nel frattempo.

Quali BTP Comprare

La scelta dipende tutto dal motivo per il quale si investe in BTP. Se l’obiettivo è l’investimento il miglior BTP è quello che rende di più per la scadenza che ci interessa. E’ buona norma fare coincidere la scadenza del titolo con la data in cui ci serviranno i soldi investiti.

Vuoi saperne di più sugli investimenti? Scopri i nostri Webinar Live

Se l’obiettivo è il trading la scelta dovrà ricadere sui titoli con le scadenze più lunghe possibili, per sfruttare le oscillazioni di prezzo che questi titoli hanno.

Nel trading, poi, la scelta del momento in cui comprare o vendere è più importante della scelta del titolo “migliore”.

Laura Desole

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.