Risposta al commento di Sergio Forgione