Le carte prepagate aziendali per il CFO e il suo team

0 346

Se hai un’azienda o sei in possesso della partita IVA e vuoi gestire i pagamenti relativi all’ambito lavorativo con totale libertà e autonomia, puoi farlo grazie alle carte prepagate aziendali.

Cosa Sono le Carte Aziendali Prepagate

Oramai moltissime banche e istituti di credito offrono la possibilità di adottare delle carte prepagate ricaricabili aziendali dedicate direttamente alle attività commerciali, imprenditoriali, a freelance, insomma per tutti i titolari di partita IVA.

Dopo che le carte per i privati hanno riscontrato un notevole successo, è stato pensato dalle banche questo strumento ottimale per le aziende che, se finora ha raggiunto un importante traguardo, ci si immagina che in un futuro non molto lontano possa diffondersi maggiormente.

Hanno nettamente spopolato le carte prepagate aziendali con codice IBAN associato: permettono maggiore capacità all’amministratore (CFO) di gestire le spese dei dipendenti ai quali vengono rilasciate.

Coloro i quali possono richiedere una carta aziendale prepagata sono: gli amministratori di imprese dotate di personalità giuridica, proprietari di attività commerciali o liberi professionisti titolari di partita IVA e amministratori di aziende individuali.

In generale le carte aziendali possono venire ricaricate solamente dall’azienda, che sia online o per mezzo di bonifici bancari è a completa discrezione del CFO, dipende da cosa risulti ad egli più comodo e pratico.

I Vantaggi delle Carte Prepagate Aziendali

Questo genere di servizio gode di non pochi vantaggi per l’amministratore dell’impresa e sono innanzitutto il poter gestire in totale semplicità e autonomia il processo burocratico, poiché sarà sempre possibile monitorare le spese dei propri dipendenti, eliminando anche per loro la complicazione di dover rendere conto di ogni spesa fatta. Infatti, i dipendenti saranno decisamente più tranquilli di poter fare acquisti ai fini lavorativi soprattutto perché non dovranno più anticipare i soldi di tasca loro (addio rimborso spese!).

Tutte le spese, inoltre, potranno essere controllate in tempo reale e potranno essere inviati i vari report per poi trasferire i dati nei software principali di gestione delle trasferte, risparmiando una notevole quantità di tempo e denaro.

Inutile dire che tali carte aziendali offrono totale sicurezza poiché in genere sono gestite dalle più grandi banche europee, saranno evitati così i rischi connessi ad eventuali clonazioni.

I Costi

Per quanto riguarda i costi relativi all’utilizzo di una carta prepagata aziendale variano sicuramente in base al tipo di carta ma in generale vi sono: i costi di emissione, che sono legati al momento della richiesta della carta (una-tantum) ma esiste ogni qual volta se ne richieda una nuova, fatta eccezione per le carte gratuite; un canone mensile, che non è previsto per tutte le tipologie ma per quelle soggette può andare da 1 a 10 euro al mese rimanendo fisso; un costo di ricarica, non per tutte presente ma solo per alcune.

Sarà importante quindi, prima di richiedere una carta prepagata aziendale, documentarsi per bene sull’argomento e sui tipi di offerte e costi della suddetta: per legge, nel prospetto informativo rilasciato dalla banca o dall’istituto di credito sarà indicato alla lettera tutto quello che vi è da conoscere in merito.

Indubbiamente possedere una o più carte prepagate business offre molto vantaggio nei confronti del lavoro aziendale, perché sarà possibile avere a propria disposizione un mezzo di pagamento pratico, comodo, di facile controllo e semplice da utilizzare.

Si vogliono qui presentare alcuni esempi delle migliori carte prepagate aziendali:

La carta Viabuy, richiedibile online senza controlli bancari e reddituali, è valida per imprese e liberi professionisti e ideale come carta per dipendenti, conto per accredito della retribuzione e corrispettivi. È ricaricabile sia in contanti che con bonifico o con altra carta ed è dotata di IBAN senza conto corrente associato.

La N26 è adatta soprattutto ai freelance e professionisti titolari di partita IVA, mentre non è intestabile alle aziende. È completamente gestibile tramite app grazie alla possibilità di avere un conto smartphone con IBAN. Si possono avere notifiche push sugli acquisti in tempo reale sul proprio smartphone e possibilità di personalizzare i limiti di prelievo e pagamento.

La carta Soldo Business è ideale invece per le società di qualsiasi dimensione e permette di monitorare sempre gli acquisti di tutti i collaboratori. Si integra con il sistema di contabilità del CFO e i dipendenti pagano aderendo alle sue stesse regole. È conforme alla normativa sulle carte carburante e presenta metodi di trasferimento di denaro molto rapidi e gratuiti.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.