Se pensi che guadagnare più del 100% del capitale investito sia troppo, non leggere questo articolo!!

5 145

Azioni Nike

Allacciati le cinture! I nostri investimenti volano!

Se ciò che hai letto nell’articolo precedente su luxottica ti ha emozionato allora mantieniti forte perché non so cosa potrebbe succederti dopo aver letto questo articolo.

Stai per scoprire un’altra azione che ha generato rendimenti megagalattici…

Si tratta di un’azienda sicuramente a te già nota: la Nike. Si proprio l’azienda che produce le scarpe!

Le azioni sono state acquistate nel 2012 ad un prezzo equivalente a 38,52 euro. Il prezzo originario, infatti, è espresso in dollari ed è stato convertito in euro nel giorno dell’acquisto.

Il prezzo attuale convertito in euro è di ben 104,20 euro. Hai capito bene!! Il valore del titolo ha superato i 100 euro! Battendo di gran lunga il rendimento ottenuto con luxottica.

Questo significa che l’azione è andato molto al di sopra del 100% del suo valore di carico. Se sei curioso di sapere di quanto è cresciuta in termini percentuali fanno il rapporto. Io non te lo dico! Sappi però che è un valore molto grande!

Perché abbiamo scelto di investire nella Nike?

Anche in questo caso abbiamo seguito quelle “regole magiche” che sono limpidamente elencate nel precedente articolo.

  • La Nike detiene la Leadership di settore a livello internazionale. Il suo principale concorrente è Adidas.
  • Il Marchio forte e conosciuto internazionalmente
  • Ottimi margini reddituali
  • resenta una notevole flessibilità operativa grazie all’esternalizzazione della gran parte dei semilavorati di produzione.
  • Storia consolidata di crescita di utili e dividendi
  • Posizione finanziaria solida rispetto al cash flow annuale

 

nike

(Clicca sull’immagine per ingrandire)

Le regole d’oro per avere successo nell’investimento azionario

Prima che tu agisca sull’onda dell’emotività, anche questa volta ti consiglio di non CORRERE a compare quest’azione.

L’analisi dei fondamentali di un’azienda è importantissima. Non per questo l’ingresso sui mercati deve avvenire a “casaccio”.

E’ sempre necessario individuare il timing giusto. Altrimenti si corre il rischio di entrare troppo in “alto” con il rischio di “soffrire” troppo i ritracciamenti di mercato.

Ti rinfresco la memoria richiamandoti alla mente i passaggi necessari che devi compiere per individuare azioni ricche di “succo”:

  • Seleziona le azioni il cui tasso di crescita degli utili è costante/crescente negli anni
  • individua azioni operanti in settori “snobbati”
  • scegli le società che sono leader nel proprio segmento di mercato
  • comprale nel momento in cui il loro prezzo non ‘esprime’ il valore vero dell’azienda (ad esempio perché il loro prezzo è addirittura inferiore al valore contabile) ed il mercato non sia troppo euforico
  • vendile quando il sentment di mercato cambia.

Ricordati sempre che non è necessario che tu passi ore d’inanzi al computer alla ricerca “dell’oro”! Potresti non aver tempo. O semplicemente pur conoscendo le regole è un’attività che non ti piace.

Potrebbe piacerti anche
5 Commenti
  1. Andrea dice

    Caro Vincenzo,
    buongiorno a te. Tutto giusto e vero, se fino ad oggi il servizio Crescita & Rendimento si è rivelato il più redditizio di tutti, anche più, a mio avviso, della gestione passiva con gli ETF. Certo, con le singole azioni occorre sempre una gran dose di calma e pazienza: se i titoli rispondono alle caratteristiche che voi analizzate, alla fine allora i risultati arriveranno (con buoni dividendi compresi). Ma adesso? Non avendo fretta perchè la situazione è altalenante, anzi tendente di più al bear market, a quando la segnalazione di nuovi ingressi? Forse ci vorrà qualche settimana, dato che sta per aprirsi la stagione (ora più che mai problematica) delle trimestrali a Wall Street. Tieni presente che parecchi dei nuovi iscritti (tra i quali il sottoscritto) non hanno fatto grandi movimenti: era appunto sconsigliabile comprare le Nike o le Luxottica a queste valutazioni così “tirate”.
    Un caro saluto e complimenti per i post sempre istruttivi e interessanti.

    1. Vincenzo Migliaccio dice

      Caro Andrea,
      grazie per i complimenti sempre molto graditi! 🙂
      Hai perfettamente ragione, quando si investe in singole azioni il rischio aumenta esponenzialmente! Per questo pur avendo “pubblicizzato” la nostra “strategia” di fondo invitiamo sempre alla calma e consiglio almeno all’inizio di farsi seguire!
      Questo non significa che noi siamo infallibili!
      Possiamo, e sicuramente è capitato, ed in futuro capiterà ancora, che saremo “traditi” dal mercato. Per questo consigliamo sempre di cercare di replicare quanto più possibile il portafoglio modello di “Crescita e Rendimento” in quanto l’asset allocation ha come scopo principale di “smorzare” eventuali perdite…
      In questo momento come da te sottolineato va premiata la calma..
      Chi si iscrive a mercato già avviato può stare “fuori” o entrare a piccole tranche in modo da non comprare ad un unico prezzo.
      Per la segnalazione di nuovi ingressi non abbiamo la palla magica. Per cui non posso dirti quanto ci saranno. Aspetteremo che sia il mercato a dircelo. Anche in presenza di ottimi rendimenti dobbiamo avere sempre la mente lucida e mai lasciarci condizionare dall’euforia! 😉
      Mi raccomando siate sempre prudenti..
      a presto
      Vincenzo

  2. Giginvestitoreconsapevole dice

    Ciao Vincenzo, ciao Andrea.
    Secondo me ci tradiscono le nostre emozioni, entriamo a mercato e questo, al quale noi non interessiamo, prende una piega insperata.
    I mercati sono maestri di vita, occorre prudenza e buon senso, come in ogni cosa, del resto. Occorre leggerli, interpretarli e questo richiede tanto tempo e pazienza, oltre che tanta passione, almeno nel mio caso.
    Quando rientrare per accumulare, nel rispetto del rischio, ce lo diranno loro. I mercati non hanno fretta…
    Giginv
    jinny@libero.it

    1. Andrea dice

      Cari Vincenzo e Gigi,
      sì, le cose stanno proprio così, come tutti e due le descrivete lucidamente. Le azioni vanno maneggiate con una cura da artificieri per impedire che ci scoppino in mano. Per cui rimane basilare la strategia di rimanere liquidi e alla finestra.
      Alla prossima,
      Andrea

  3. Giginvestitoreconsapevole dice

    Ciao caro Andrea.
    Andrea: Le azioni vanno maneggiate con una cura da artificieri per impedire che ci scoppino in mano
    Gigi: bellissima e divertente questa frase, mi hai fatto sorridere… 🙂
    Io, come insegnano i grandi trader, uso la regola delle 3 M:
    Mind Mente
    Money Denaro
    Method Strategia
    e la considero vincente.
    Buon fine settimana Andrea, Vincenzo e a tutta la redazione formazionefinanza.com
    A risentirci…
    Giginv.
    jinny@libero.it

    “il caso dieselgate faccia comprendere a tutti la rischiosita’ dell’azionario”…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.